1-La struttura socio-economica antivirus

Io credo sia importante guardare la crisi socio-economica prodotta dal  “Coronavirus” cogliendola dal punto di vista del modello di sviluppo. 

Inizio con due considerazioni.

La prima: dove si trova il centro ricerche in grado di produrre il “ pensiero forte” in grado di generare un modello? Rispondo: in questa Chat, perché noi non siamo degli acritici portatori d’acqua, e tanto meno portaborse. In questa chat vogliamo usare il nostro cervello appunto per riconoscere il “pensiero forte”.

La seconda: in cosa consiste il “pensiero forte” nel nostro ambito, ossia in politica? Nella sua vitalità, universalità e concretezza. Questa “forza del pensiero” per necessità universale e concreta è possibile solo quando esso è definito attraverso

  1. criteri di sviluppo vitali ( che per loro natura sono universali)
  2. la modalità di applicarli alla situazione specifica (che genera la concretezza in ogni spazio ed in ogni tempo)

E poiché siamo centro studi e ricerche di un “pensiero forte” vitale, universale e concreto non ci resta che confrontarci con il reale e domandarci:

La struttura socio economica che proponiamo con il nostro partito avrebbe retto al corona virus e a Trump? La fonte delle nostre proposte al trovi in “Oltre il bipolarismo, i cristiano in politica” Monte Citorio, 2017.

Ovviamente noi osserviamo i criteri di sviluppo.

  1. La risposta che viene data allo spargersi dell’infezione è il blocco degli spostamenti e, in definitiva,  la  limitazione della globalizzazione. Si limitano perciò le attività che richiedono lo spostamento tra comunità come le università in cui gli studenti vengono da località diverse, gli assembramenti anche nelle chiese, negli stadi ecc . Ma naturalmente occorre mangiare e lavorare, per cui queste ultime attività continuano, come gli ospedali , ecc anche se i supermercati isolati, finalmente, tendono a fornirsi in loco.
    Il criterio di sviluppo salvifico è “ spingere al massimo l’autonomia vitale e vitalmente operante”.
  2. La risposta data da Trump alla crisi economica è stata “vuoi vendere in USA, vieni a produrre negli USA!” . Overossia: una comunità deve produrre ciò che le serve, almeno per quanto può, anche se questa comunità è grande come gli USA.
    Questo criterio di sviluppo costruttivo economico è “ costruire l’autonomia economica vitale e vitalmente operante”. Il che, però, è il contrario della globalizzazione libera del WTO.

    Quale criterio di sviluppo ha proposto Solidarietà?

  3. Il criterio di sviluppo generale proposto da Solidarietà è il “KmZero”, che già intuitivamente si mostra come l’incarnazione della società antivirus e dell’economia trumpiana. La sua realizzazione avviene accompagnandolo con le altre caratteristiche che lo rendono sempre più possibile (struttura sociale MGR, autonomia energetica, polispecializzazione produttiva, just in time… vedi Matrice) .

A questo punto, dovendo definire il criterio di sviluppo KmZero ( attenzione è un criterio, non riguarda solo frutta e verdura) potremmo dire che è la sintesi dei due criteri di sviluppo precedenti : “ spingere al massimo la costruzione dell’autonomia organica (…-socio-economico-ambientale) costruendo una comunità vitale e vitalmente operante”collegata a rete con altre comunità.”


La STRUTTURA SOCIALE proposta da Solidarietà è quindi adatta tanto a limitare l’espansione del virus quanto ad incarnare i nuovi equilibri economici. Esame SUPERATO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.